Insetti e animali dannosi per il tuo impianto di irrigazione a goccia

L’impianto di irrigazione rappresenta per ciascun agricoltore uno strumento di grandissima importanza. Permette di mantenere la propria coltura in salute e, quindi, di produrre vegetali di qualità migliore e in quantità maggiore rispetto a tutti gli altri sistemi irrigui. Perciò è fondamentale proteggere il proprio impianto di irrigazione poiché la sua rottura provoca perdite di soldi e di tempo. É necessario quindi sapere quali sono le cause del logoramento degli impianti e come proteggersi. Tra gli agenti esogeni, indubbiamente gli insetti e in genere la fauna selvatica – piccoli roditori e volatili- costituiscono la causa principale di danno.

Insetti e animali dannosi

  • Insetto ferretto

Gli elateridi sono un gruppo di fitofagi che appartengono a diverse specie: gli adulti sono piccoli coleotteri che presentano un addome appuntito con una livrea di colore grigio rossastro; le larve sono di colore giallo aranciato intenso e hanno un tegumento molto coriaceo. La forma e il colore ne giustificano il nome di ”ferretti”.

Il proliferare di questi insetti è avvantaggiato dai terreni umidi e dalle poche lavorazioni.

  • Grillo Talpa

Il grillo talpa è un insetto appartenente alla famiglia delle Grillotalpidae, presenta un colore rosso brunastro e può anche arrivare ai 5cm di dimensioni. É un animale prevalentemente notturno e vive scavando gallerie sotto prati e orti. Per posizionare le proprie ooteche preferiscono zone incolte con terreni compatti.

Entrambi gli insetti hanno una caratteristica in comune: tendono a perforare la manichetta di irrigazione, perciò è essenziale difenderla.

  • Piccoli roditori

Come ad esempio toporagno, arvicole.

  • Uccelli

Soprattutto gabbiani – nelle zone costiere – e cornacchie.

I danni sono dovuti, per la fauna terrestre, all’assaggio che questa fa del materiale di cui sono composte le manichette gocciolanti. Gli uccelli sono invece attirati dal luccichio dell’acqua che esce dagli erogatori e, per berla, beccano violentemente il tape danneggiandolo.

 

Come proteggere l’impianto da questi animali?

Le tecniche più comuni sono:

  • Utilizzare la manichetta appena dopo l’impianto: cioè non stenderla se prima non si è provveduto a ultimare le tubazioni di servizio, in modo da far circolare in essa immediatamente l’acqua. Ciò permette di ridurre fino all’ 80% l’attacco da parte di insetti ferretto e grillo talpe.
  • Interrare la manichetta gocciolante: anche di pochi centimetri, in modo che non si evidenzi la goccia d’acqua che esce dai gocciolatori, in quanto è proprio questa, con il sole che riflette, ad attirare gli uccelli.
  • Pacciamare il terreno: la pacciamatura del terreno permette di contenere gli effetti di alcuni insetti dannosi, visto che il suo utilizzo ritarda o altera il normale ciclo di vita di quest’ultimi. In casi eccezionali si può ricorrere a deterrenti chimici, più o meno di origine naturale, per tenere lontani ferretti e grillotalpe.
Il tuo carrello
0